La Dieta Vegetariana

Si tratta di una dieta, o meglio di un modello alimentare, seguita dalla maggior parte delle popolazioni sin dai primordi della storia.
Sembra, infatti, che l’uomo abbia iniziato a cacciare costretto da condizioni climatiche o ambientali che facevano scarseggiare il cibo vegetale.

Secondo alcuni antropologi, ancora oggi noi riveliamo una struttura di ‘frugivori’, cioè di esseri viventi ‘disegna­ti’ per poter cogliere, masticare e digerire frutti e semi.

Attualmente, i due terzi circa dell’umanità seguono una dieta prevalentemente o totalmente vegetariana, anche se per motivi diversi: religiosi, etici (evitare la sofferenza agli animali e non contribuire all’aumento della fame nel mondo), salutistici (al forte consumo di carne viene sempre più imputato di favorire l’insorgere di malattie degenerative).

In che cosa consiste

II vegetariano esclude dalla sua alimentazione tutto quello che comporta l’uccisione di animali, quindi carne, pesce e loro derivati.
All’interno del vegetarianesimo esistono numerose cor­renti e orientamenti.

C’è chi, per esempio, predilige i cibi integrali e/o di coltivazione biologica, c’è chi osserva le combinazioni alimentari e chi mangia in prevalenza o esclusivamente vegetali crudi, e così via.Inoltre esistono delle correnti con ulteriori limitazioni trattasi dei vegetaliani o vegan, nonché i fruttariani (per la verità sono poche persone) che consumano esclusivamente frutta.

Coloro che seguono questa dieta potrebbero essere definiti ‘ovolactovegetariani’ perché consumano più o meno regolarmente derivati animali, ma che non abbiano comportato la morte, come appunto le uova il latte e i latticini.

Chi esclude dal proprio vitto le uova ma consuma i latticini, come chi segue la dieta Waerland, viene definito ‘lactovegetariano’.

Gli ‘animalisti’, che rifiutano il modo in cui oggi gli animali vengono allevati e macellati, possono consumare occasionalmente carne di sicura provenienza (esempio polli ‘ruspanti’, allevati fuori dalle batterie).

Ti suggeriamo anche  20 fatti nutrizionali che dovrebbero essere di buon senso (ma non lo sono)

La cucina vegetariana ben applicata è ricchissima di sapori, aromi e colori.
Vale la pena sperimentarla, fosse anche solo per arricchire le proprie abitudini alimentari.

La ‘filosofia’ della dieta vegetariana

Chi si ‘converte’ al vegetarianesimo oggi è spinto da due motivi: uno di ordine salutistico, l’altro di tipo etico. Seguire la dieta vegetariana vuoi dire eliminare la cari da molti ritenuta pericolosa per l’organismo, e aumentare il consumo di fibre, che rendono più veloce il transito intestinale evitando il ristagno di tossine.
Chi ha un occhio attento al problema della diseguale distribuzione delle risorse alimentari nel mondo, sa che è possibile nutrire da quattro a cinque persone con le stesse risorse vegetali che sono invece necessarie per nutrire in modo indiretto, cioè in modo ‘carnivoro’ una sola persona.

Dieta vegetariana: il menù tipo

Prima colazione: yogurt e frutta; oppure pane con burro e marmellata o miele o formaggio
Pranzo: minestrone; polpettone vegetariano di cereali, leguminose e verdure varie
Merenda (facoltativa): crostata; té o tisana
Cena: insalata mista; pizza alle verdure

Che cosa ne dicono gli esperti

Nelle regioni dove il vegetarianesimo non fa parte della tradizione culturale, è frequente trovare una forte oppo­sizione a questo sistema alimentare.

Le motivazioni: in­sufficiente apporto di alcuni nutrienti importanti, come per esempio alcuni aminoacidi essenziali, il ferro, la vitamina B12. In modo particolare si sconsiglia questo vitto ai bambini in fase di crescita.

Di contro esistono altrettante voci che contestano questo punto di vista, dimostrando come anche nell’alimenta­zione vegetariana sia possibile un reperimento completo e sufficiente di tutti i nutrienti, purché vengano scelti e abbinati con cognizione di causa.

Ti suggeriamo anche  La dieta delle uova

Pare che un organismo abituato al consumo abbondante di carne sin dalla tenera età incontri maggiori difficoltà ad adeguarsi ad un vitto completamente vegetariano; tutta­via non è stato possibile finora stabilire regole sicure a questo proposito.

Che cosa che pensiamo noi

La dieta vegetariana non è adatta a tutti: può essere la soluzione ideale per molti, ma controindicata per altri, e ciò per tutta una serie di ragioni che non possono essere approfondite in questa sede.

Pertanto sarebbe corretto non forzare nessuno, tanto meno i bambini, né a un regime carnivoro, né a uno vegetariano, ma lasciare all’individuo la possibilità di scegliere secondo il proprio istinto e anche di modificare la propria dieta secondo le esigenze del momento. Anche il fatto di esprimere dei giudizi o di assegnare dei valori morali o sociali a questo o quel modello alimentare, è un tentativo di condizionare le scelte personali.

Dove si può fare la dieta vegetariana

Per imparare tutti i segreti del vegetarianesimo vi sono due luoghi ideali: la propria casa e alcune strutture alberghiere appositamente attrezzate

Comunque, oggi è possibile mangiare vegetariano quasi ovunque: al ristorante, in clinica, in aereo (dove pe conviene avvisare per tempo delle proprie preferenze culinarie).

Indicazioni

II vitto vegetariano, limitato ad un certo periodo o anche ‘a vita’, può essere indicato come supporto terapeutico in un grande numero di patologie, dall’ipercolesterolemia ed eccesso di trigliceridi ai tumori, specie del colon.

La dieta vegetariana può essere seguita anche pei ridurre il sovrappeso, a patto che vengano eliminati o fortemente ridotti i carboidrati raffinati (zucchero industriale, farina bianca).

Controindicazioni

Non esistono controindicazioni assolute. Dipende dalle condizioni dell’organismo, dalla disponibilità dell’individuo e dal momento, se la dieta vegetariana può essere seguita con profitto.

Ti suggeriamo anche  Slimjet aiuta a perdere peso in modo rapido e mirato
Cosa sapere sulla vitamina E
vitamina E dove trovarla e a cosa serve

La vitamina E è un antiossidante liposolubile in molti alimenti. Supporta il sistema immunitario, aiuta a mantenere sani i vasi Continua...

Alimenti per pulire le arterie
alimentui pulisciarterie

Le arterie di una persona possono ostruirsi quando le placche si accumulano al loro interno, riducendo il flusso sanguigno. Mangiare Continua...

Intolleranza al lattosio: cosa devi sapere
intollerante al lattosio?

L'intolleranza al lattosio si verifica quando il corpo di una persona non è in grado di scomporre correttamente il lattosio. Continua...

Bere bicarbonato di sodio per dimagrire: efficacia e sicurezza
bicarbonato per la dieta

Il bicarbonato di sodio è un comune oggetto domestico che le persone possono usare per cucinare e per curare l'indigestione. Continua...

Lascia un commento