La dieta dell’uva

Puoi perdere diversi chilogrammi seguendo la dieta dell’uva, una dieta depurativa in grado di garantire ottimi risultati in termini di benessere. Puoi seguire questa dieta ipocalorica senza rischiare problemi nutrizionali per due settimane, ma si consiglia di rimanere su di essa solo per quattro giorni, dal momento che tecnicamente è una dieta a rischio. Questo perché si consumerà solo uva che, sebbene abbia un profilo aminoacidico completo, costituisce la quantità minima di proteine.

Bisogna anche essere sempre consapevoli che la dieta dell’uva non sia in realtà la migliore dieta di perdita di peso possibile. Anche i diabetici dovrebbero evitare di seguire questa dieta per più dei quattro giorni raccomandati in quanto l’uva è un frutto molto dolce e la mancanza di proteine potrebbe causare oscillazioni di zucchero nel sangue. È sempre una buona idea controllare con il proprio medico prima di assumere qualsiasi tipo di dieta basata sull’assunzione a basso contenuto calorico dove si mangia solo un alimento in quanto potrebbe interferire con i farmaci, una condizione medica o il metabolismo.

Questa dieta dell’uva, anche se in definitiva benefica, è anche definita come un detergente disintossicante. Anche per questo è necessario verificare con il proprio medico per assicurarsi che il proprio fisico o condizione medica in grado di gestire il processo di disintossicazione.

Uno studio condotto dall’University of Michigan Cardiovascular Center mostra che l’uva potrebbe essere ancora più utile nella prevenzione delle malattie cardiache rispetto ad altri frutti e verdure che sono noti per abbassare la pressione sanguigna. Ciò può essere dovuto alle sostanze fitochimiche presenti nell’uva, che sono antiossidanti naturali. I semi d’uva contengono oligomeri procianidolici o PCO. Questi sono flavonoidi che non sono solo potenti antiossidanti, ma sono anche pensati per favorire il rafforzamento dei vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna. Questi PCO sono fino a 20 volte più potenti di quelli della vitamina C e 50 volte più forti di quelli che si trovano nella vitamina E.

Quando si decide di seguire la dieta dell’uva, è probabile che si verifichino nausea, vertigini e mal di testa. Molte persone sono attratte dalle diete detox come mezzo per perdere peso. Secondo il sito web National Institutes of Health, molte diete detox non sono abbastanza nutrienti e non supportano la perdita di peso permanente. Il National Institutes of Health afferma che la chiave per la perdita di peso è bruciare più calorie di quelle che si stanno mangiando, quindi il controllo delle porzioni è importante, indipendentemente dal cibo che si mangia.

Le uve sono state coltivate per migliaia di anni e sono state venerate da diverse civiltà antiche per il loro uso nella vinificazione. Ci sono molti tipi di uva tra cui verde, rosso, nero, giallo e rosa. Crescono in gruppi e vengono in varietà seminate e senza semi. Le uve vengono coltivate in climi temperati in tutto il mondo, tra cui Europa meridionale, Africa, Australia e Nord e Sud America. La maggior parte delle uve coltivate negli Stati Uniti proviene dalla California. L’uva offre una ricchezza di benefici per la salute grazie al suo alto contenuto di nutrienti e antiossidanti.

La cura dell’uva è efficace nel trattamento dell’obesità. Pulisce il corpo eliminando i rifiuti tossici. Vomito, diarrea, febbre, debolezza e voglia di riposare, mal di testa, emicranie, mal di schiena e altri dolori del corpo sono i sintomi del processo di pulizia al lavoro. se si verificano, è importante continuare la dieta ascoltando contemporaneamente i bisogni del tuo corpo. Un mal di testa potrebbe suggerire di bere più acqua calda. Il mal di schiena potrebbe renderti consapevole della tensione nel tuo corpo. Il massaggio generalmente fornisce sollievo in tali circostanze.

È importante emergere lentamente dalla dieta e non indulgere in una varietà troppo ampia di cibi subito dopo. È meglio mangiare cibi crudi per alcuni giorni e includere gradualmente cibi cotti la sera, insieme a latte o pane. Mangia cibo cotto e crudo separatamente per un po ‘.

Sotto controllo medico le uve sono utilizzate per il trattamento di varie malattie e condizioni come cancro, tumori, disturbi polmonari, malattie mentali, disturbi nervosi, problemi sessuali e diabete. Le uve sono forti depuratori del sangue e sono usate per disintossicare lo stomaco e l’intestino. Queste cure più complesse per l’uva sono meglio condotte sotto controllo medico e con il supporto di un guaritore esperto.

Una dieta popolare negli istituti di cura dell’uva d’Europa per il trattamento di vari disturbi cronici comporta il consumo di uva per 3 giorni. Il primo giorno il paziente prende circa 500 g di uva, aumentando questa quantità di 500 g al giorno fino a raggiungere un massimo di 3 kg al giorno. Nessun altro cibo è permesso.

Se si segue una cura dell’uva per più di 7 giorni, si consiglia di iniziare bevendo solo acqua per 1-2 giorni (nessun altro cibo) finché il corpo non sviluppa l’appetito per l’uva. Questa dieta purifica lo stomaco e l’intestino. Preparare un programma in cui si ha un pasto d’uva ogni 2 ore, ricordando di masticare bene la pelle e i semi.

Mangia fino a 7 pasti d’uva al giorno. Durante i primi giorni può verificarsi stipsi a causa di un accumulo di semi d’uva nell’intestino; potrebbero bloccare l’eliminazione normale. Ciò tuttavia non accadrà se mastichi accuratamente i semi. È meglio iniziare con una piccola quantità di uva, da 500 g a 1 kg al giorno, aumentando gradualmente al massimo.

Particolare attenzione deve essere prestata alla pulizia delle uve, soprattutto se sono la vostra unica fonte nutrizionale. La maggior parte delle persone non si rende conto che alcuni pesticidi sono insolubili in acqua in modo che possano resistere alla pioggia. Le uve possono essere sciacquate in acqua salata per circa 10 minuti, o in una soluzione di acido cloridrico (HC1) in percentuale per cento in acqua per 5 minuti. Dopo questo trattamento risciacquare di nuovo con acqua. La soluzione di sale / HC1 è meglio conservata in un contenitore di terracotta e può essere utilizzata per un massimo di 1 settimana