La dieta dell’aceto di mele

L’aceto di mele è stato usato come tonico per la salute per migliaia di anni. La ricerca mostra che ha molti benefici per la salute, come abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Ma l’aggiunta di aceto di mele alla tua dieta può aiutarti a perdere peso? Questo articolo esplora la ricerca dietro aceto di mele e perdita di peso. Fornisce anche suggerimenti su come incorporare l’aceto di sidro di mele nella vostra dieta.

Che cosa è l’aceto di sidro di mele? L’aceto di mele viene prodotto in un processo di fermentazione in due fasi. In primo luogo, le mele vengono tagliate o tritate e combinate con il lievito per convertire i loro zuccheri in alcol. In secondo luogo, i batteri vengono aggiunti per fermentare l’alcol in acido acetico.

La produzione tradizionale di aceto di sidro di mele dura circa un mese, anche se alcuni produttori accelerano drammaticamente il processo in modo tale che ci vuole solo un giorno. L’acido acetico è il principale componente attivo dell’aceto di mele.

Conosciuto anche come acido etanoico, è un composto organico con un sapore aspro e un forte odore. Il termine acetico deriva da acetum, la parola latina per aceto. Circa il 5-6% dell’aceto di mele è costituito da acido acetico. Contiene anche acqua e tracce di altri acidi, come l’acido malico. Un cucchiaio (15 ml) di aceto di sidro di mele contiene circa tre calorie e praticamente senza carboidrati.

L’acido acetico è un acido grasso a catena corta che si dissolve in acetato e idrogeno nel corpo. Alcuni studi sugli animali suggeriscono che l’acido acetico nell’aceto di sidro di mele può promuovere la perdita di peso in diversi modi:

Abbassa i livelli di zucchero nel sangue: in uno studio sui ratti, l’acido acetico ha migliorato la capacità del fegato e dei muscoli di assorbire zucchero dal sangue. Diminuisce i livelli di insulina: nello stesso studio sui ratti, l’acido acetico ha anche ridotto il rapporto tra insulina e glucagone, che potrebbe favorire la combustione dei grassi.

Migliora il metabolismo: un altro studio su ratti esposti ad acido acetico ha mostrato un aumento dell’enzima AMPK, che aumenta la combustione dei grassi e diminuisce la produzione di grassi e zuccheri nel fegato.
Riduce lo stoccaggio di grasso: il trattamento di ratti obesi e diabetici con acido acetico o acetato li ha protetti dall’aumento di peso e aumentato l’espressione di geni che riducono il deposito di grasso della pancia e il grasso del fegato.

Brucia il grasso: uno studio condotto su topi alimentati con una dieta ricca di grassi con acido acetico ha riscontrato un aumento significativo dei geni responsabili della combustione dei grassi, che ha portato ad un minore accumulo di grasso corporeo. Sopprime l’appetito: un altro studio suggerisce che l’acetato può sopprimere i centri del cervello che controllano l’appetito, il che può portare ad una riduzione dell’assunzione di cibo.
Sebbene i risultati degli studi su animali appaiano promettenti, negli esseri umani è necessaria una ricerca per confermare questi effetti.

L’aceto di mele può favorire la pienezza, che può ridurre l’apporto calorico. In un piccolo studio su 11 persone, quelli che hanno assunto l’aceto con un pasto ad alto contenuto di carboidrati avevano una risposta di zucchero nel sangue inferiore del 55% un’ora dopo aver mangiato.

Hanno anche finito per consumare 200-275 calorie in meno per il resto della giornata. Oltre ai suoi effetti di soppressione dell’appetito, l’aceto di mele ha anche dimostrato di rallentare la velocità con cui il cibo lascia lo stomaco.

In un altro piccolo studio, l’assunzione di aceto di sidro di mele con un pasto a base di amido ha rallentato significativamente lo svuotamento dello stomaco. Ciò ha portato ad un aumento della sensazione di pienezza e abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue e di insulina. Tuttavia, alcune persone potrebbero avere una condizione che rende questo effetto dannoso.

La gastroparesi, o lo svuotamento ritardato dello stomaco, è una complicanza comune del diabete di tipo 1. L’insulina a tempo con assunzione di cibo diventa problematica perché è difficile prevedere quanto tempo ci vorrà perché la glicemia aumenti dopo un pasto.Poiché l’aceto di mele ha dimostrato di prolungare il tempo in cui il cibo rimane nello stomaco, assumerlo con i pasti potrebbe peggiorare la gastroparesi.

Alla fine della giornata, prendere una quantità moderata di aceto di sidro di mele sembra promuovere la perdita di peso e fornire una serie di altri benefici per la salute. Altri tipi di aceto possono fornire benefici simili, anche se quelli con un contenuto di acido acetico inferiore potrebbero avere effetti meno potenti. È possibile trovare una grande selezione di aceto di sidro di mele qui.

Bere aceto di mele da solo non ti aiuterà a raggiungere il tuo obiettivo di peso, ma c’è una piccola possibilità che potrebbe supportare gli sforzi che sappiamo lavorare per la perdita di peso, come mangiare una dieta sana ed esercitare di più. Come tutti gli aceti, l’elevata acidità può irritare la gola e strappare lo smalto dai denti. Per questo il consiglio è quello di diluirlo con un pò d’acqua e non consumarlo mai direttamente.