Intolleranza al lattosio: cosa devi sapere

L’intolleranza al lattosio si verifica quando il corpo di una persona non è in grado di scomporre correttamente il lattosio. I sintomi includono gonfiore, flatulenza e diarrea.

Il lattosio è uno zucchero che si trova solo nel latte. È presente anche nei latticini e nei prodotti a base di latte, compresi formaggi e gelati.

Se una persona ha un’intolleranza al lattosio, il suo sistema digestivo produce troppo poco di un enzima noto come lattasi. La lattasi è necessaria per scomporre il lattosio.

L’intolleranza al lattosio è diversa dall’allergia al latte. In un’allergia al latte, il corpo reagisce alle proteine ​​del latte, non allo zucchero del latte. Un’allergia al latte può provocare sintomi gravi, inclusa l’ anafilassi .

In tutto il mondo, circa il 68% delle persone ha difficoltà a digerire il lattosio. La cifra è inferiore negli Stati Uniti e colpisce il 36% degli individui.

Questo articolo esamina i sintomi, la diagnosi, le cause e i trattamenti per l’intolleranza al lattosio. Discute anche degli alimenti da evitare e delle alternative ai latticini.

Sintomi

Credito immagine: Valentino Paula JR / EyeEm / Getty Images
Le persone con intolleranza al lattosio manifestano sintomi dopo aver mangiato o bevuto latte o latticini che contengono lattosio.

I sintomi possono variare da un lieve disagio a una reazione grave. Questo dipende dalla quantità di lattasi prodotta dal corpo di una persona e dalla quantità di lattosio consumata.

La maggior parte delle persone con intolleranza al lattosio può mangiare una certa quantità di lattosio senza manifestare sintomi. Ogni persona ha un diverso livello di tolleranza.

I sintomi dell’intolleranza al lattosio possono includere:

gonfiore
dolore addominale e crampi
flatulenza
nausea
diarrea
eruttazione
La persona può avere un’improvvisa necessità di usare il bagno da 30 minuti a 2 ore dopo aver consumato il lattosio.

La diarrea cronica può portare alla disidratazione , quindi è importante che una persona beva molta acqua se ha la diarrea.

Diagnosi

Se una persona sospetta di essere intollerante al lattosio, può tenere un diario alimentare che elenca gli alimenti che mangia e tutti i sintomi che si presentano. Questo può aiutare loro e il loro medico a capire quali alimenti stanno causando i sintomi.

La maggior parte degli operatori sanitari consiglia alle persone di provare una dieta priva di lattosio per un periodo per vedere se i sintomi migliorano.

Alcuni test possono rilevare un’intolleranza al lattosio. Loro sono:

Test del respiro all’idrogeno : la persona digiuna durante la notte e poi prende una soluzione di lattosio la mattina seguente. Un medico misura quindi i livelli di idrogeno nell’aria espirata. Livelli elevati di idrogeno indicano intolleranza al lattosio.

Test di tolleranza al lattosio : la persona consuma una soluzione di lattosio e un medico preleva campioni di sangue per misurare i livelli di glucosio. Se i livelli di glucosio nel sangue rimangono gli stessi, il corpo non ha scomposto correttamente il lattosio.

Test del campione di feci : i test di tolleranza al lattosio e i test del respiro con idrogeno non sono adatti per i neonati, quindi un medico può eseguire un test delle feci. Livelli elevati di acetato e altri acidi grassi nelle feci possono essere un segno di intolleranza al lattosio.

I medici vorranno anche escludere altre condizioni che possono causare sintomi simili. Questi includono malattie infiammatorie intestinali , sindrome dell’intestino irritabile e celiachia .

Trattamento

Per evitare i sintomi, una persona con una grave intolleranza al lattosio potrebbe dover evitare il latte, i prodotti lattiero-caseari come il gelato e altri alimenti trasformati che contengono latte in polvere e siero di latte.

Evitare il lattosio può richiedere alcuni tentativi ed errori, ma l’etichettatura degli alimenti può essere d’aiuto, poiché un prodotto che contiene lattosio deve avere un’etichetta che indichi che contiene “latte”.

Molte persone con intolleranza al lattosio possono tollerare fino a 10 grammi di lattosio, o intorno a un bicchiere di latte, senza sintomi significativi. Diffondere il consumo durante la giornata e consumare prodotti contenenti lattosio durante i pasti può aumentare la tolleranza.

Le persone possono utilizzare integratori di enzimi lattasi , che contengono lattasi, per abbattere il lattosio nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Ciò riduce le possibilità di sintomi di intolleranza al lattosio.

Cause

La lattasi è un enzima prodotto nell’intestino tenue. Il corpo utilizza la lattasi per scomporre il lattosio in componenti chiamati galattosio e glucosio. Il glucosio viene quindi assorbito nel flusso sanguigno.

Se i livelli di lattasi di una persona sono bassi, il lattosio non si decompone e non viene assorbito nel flusso sanguigno. Invece, si sposta nell’intestino crasso o nel colon. I batteri nel colon reagiscono a qualsiasi prodotto che contiene lattosio creando più gas. Ciò può portare a disagio e altri sintomi spiacevoli per l’individuo.

In alcune regioni, più persone portano un gene che consente loro di digerire il lattosio. L’intolleranza al lattosio è meno comune nelle persone che provengono dall’Europa o le cui famiglie sono europee.

Negli Stati Uniti, i seguenti gruppi etnici e razziali hanno maggiori probabilità di avere problemi a digerire il lattosio:

afroamericani
indiani d’America
Americani asiatici
ispanici
Latinos
Alcune persone credono che non sia naturale per le persone bere latte, poiché gli esseri umani sono gli unici mammiferi che continuano a consumare prodotti lattiero-caseari dopo lo svezzamento. L’intolleranza al lattosio, sostengono, non è una condizione medica ma un evento naturale.