Acido folico per la gravidanza: fonti, dosaggio e usi

L’acido folico è la versione prodotta dall’uomo del folato, una vitamina B che svolge diversi ruoli nel corpo. Durante la gravidanza, una delle sue funzioni più importanti è prevenire un gruppo di anomalie alla nascita chiamate difetti del tubo neurale.

Il tubo neurale è una struttura del feto umano che si sviluppa nel cervello e nel midollo spinale.

I difetti del tubo neurale si verificano quando il tubo neurale non si chiude all’inizio dello sviluppo. Questa disfunzione può causare gravi disabilità e può anche essere fatale.

Questo articolo spiega i vantaggi dell’assunzione di acido folico per la gravidanza, quando prenderlo e quanto prenderne.

Cos’è l’acido folico?

L’acido folico è una forma sintetica (prodotta dall’uomo) di folato. Il folato è un tipo di vitamina B.

Tutti hanno bisogno di folato, ma è particolarmente importante durante la gravidanza a causa del suo ruolo nella prevenzione delle anomalie alla nascita.

Il Food and Nutrition Board raccomanda agli adulti di assumere 400 microgrammi (mcg) di acido folico al giorno, che dovrebbero aumentare a 600 mcg durante la gravidanza e quindi ridursi leggermente a 500 mcg durante l’allattamento.

Acido folico vs folato

L’acido folico è la forma prodotta del folato, un’importante vitamina B che si trova naturalmente.

Una persona può assumere acido folico nella propria dieta assumendo integratori e mangiando cibi fortificati con acido folico, come alcuni cereali per la colazione. Una persona può controllare l’etichetta nutrizionale per vedere se un alimento è arricchito con acido folico.

Molti alimenti, inclusi spinaci, avocado e banana, contengono folato, la forma naturale di questa vitamina.

Il mito del gene MTHFR

Nella comunità della salute alternativa, un mito popolare suggerisce che le persone con determinate varianti nel gene MTHFR non possono elaborare l’acido folico. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che questo non è vero.

I sostenitori di questo mito affermano che le persone incinte hanno bisogno di una forma diversa di acido folico o addirittura che l’acido folico è dannoso. Possono usare questo mito per vendere integratori o promuovere truffe sulla salute alternativa.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) , le varianti del gene MTHFR sono comuni. Le mutazioni MTHFR non sono una malattia e le persone con mutazioni in questo gene non richiedono una forma alternativa di acido folico.

Le persone con questa differenza genetica possono metabolizzare tutte le forme di folato, compreso l’acido folico.

Inoltre, l’acido folico è l’unico tipo di folato direttamente collegato alla prevenzione dei difetti del tubo neurale. Pertanto, le persone dovrebbero assumere acido folico indipendentemente dal tipo di gene MTHFR che portano.

Benefici dell’acido folico

L’acido folico aiuta il corpo a produrre nuove cellule , compresi i globuli rossi.

Le persone che non assumono abbastanza acido folico possono sviluppare una condizione chiamata anemia da carenza di folati .

Nelle persone con questa condizione, il corpo non può produrre abbastanza globuli rossi per trasportare l’ossigeno in tutto il corpo. Questa menomazione può influenzare molti aspetti della salute, inclusa la funzione degli organi.

Durante la gravidanza, una persona ha bisogno di più acido folico del solito perché l’acido folico aiuta anche il feto a crescere e svilupparsi. Uno dei suoi ruoli più importanti è prevenire i difetti del tubo neurale , tra cui la spina bifida e l’anencefalia.

La spina bifida è una condizione in cui le ossa del midollo spinale non si chiudono completamente. Può causare una serie di disabilità che possono influenzare lo sviluppo, la mobilità e la salute generale.

Un bambino con anencefalia non sviluppa un cervello o il cervello è molto sottosviluppato. In quasi tutti i casi, l’anencefalia sarà fatale, nel grembo materno o subito dopo la nascita.

Alcune ricerche suggeriscono anche che l’acido folico può ridurre il rischio di complicanze della gravidanza come parto pretermine, problemi con lo sviluppo della placenta e altre anomalie alla nascita, come palatoschisi e malattie cardiache.

Quando prenderlo

Chiunque desideri una gravidanza dovrebbe iniziare a prendere integratori di acido folico prima di iniziare a provare.

La ragione di ciò è che i difetti del tubo neurale si verificano all’inizio dello sviluppo, spesso prima che una persona sappia di essere incinta.

Poiché circa la metà delle gravidanze non è pianificata, gli esperti raccomandano a chiunque possa rimanere incinta di assumere integratori di acido folico. In questo modo, anche se una gravidanza è una sorpresa, la probabilità di difetti del tubo neurale è bassa.

L’acido folico è solubile in acqua, il che consente al corpo di metabolizzarlo rapidamente. Per questo motivo, chi assume integratori di acido folico deve assumerne uno ogni giorno.

Quanto prenderne

L’ American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) consiglia di assumere un integratore giornaliero contenente 400 mcg di acido folico, indipendentemente dalla quantità di folato che una persona assume nella dieta .

Una persona non dovrebbe assumere più di 1.000 mcg di acido folico al giorno a meno che il medico non consigli diversamente. Troppo acido folico può nascondere i sintomi di una carenza di vitamina B12 .

Sommario

L’acido folico è un nutriente importante per tutti, ma è particolarmente importante durante la gravidanza.

Le persone che stanno cercando una gravidanza potrebbero voler parlare con un medico del giusto dosaggio di acido folico. Chi è già incinta può eseguire un test dell’acido folico per determinare la quantità di acido folico presente nel sangue. Il risultato può indicare la possibilità di avere un bambino con difetti del tubo neurale.